Salotto musicale

giovedì 3 Maggio 2018 - ore 21:00
Auditorium “Alfredo Casella” - Novi Ligure (mappa)

Angelo RUGGIERI – flauto
Alberto CESARACCIO – oboe
Maurizio BARBORO – pianoforte

F. SCHUBERT Sonata in re maggiore Op. 137 n. 1

Allegro molto, Andante, Allegro vivace

R. SCHUMANN Tre Romanze Op. 94

Nicht schnell – Einfach, Innig – Nicht schnell

J. W. KALLIWODA Concertino per flauto, oboe e pianoforte

Largo, Più mosso, Allegro

W. A. MOZART Duetti Op. 75
J. W. KALLIWODA Morceau de Salon Op. 228
G. BIZET / P. DE SARASATE Carmen Fantasy Op. 25

ANGELO RUGGIERI, nato a Salerno nel 1967, inizia da bambino gli studi musicali diplomandosi in flauto all’età di 17 anni presso il Conservatorio di Musica di Napoli sotto la guida del M° Ferdinando Staiano. All’età di 20 anni ha gia al suo attivo oltre 500 concerti tenuti per i più importati e prestigiosi enti musicali e lirici d’Italia, da solista, in formazioni cameristiche e orchestrali. Successivamente si laurea in flauto, ramo solistico, con il massimo di voti, lode e menzione speciale, abbinando l’attività di didatta, nelle scuole medie ad indirizzo musicale e nel liceo musicale, e di concertista. Attualmente e docente di Flauto presso il Liceo “F. Severi” di Castellammare di Stabia. Ha al suo attivo numerosissime esecuzioni in prima assoluta mondiale oltre che partecipazione per la RAI, Mediaset, Radio Vaticana. Per il Ministero della Pubblica Istruzione ha ricoperto il ruolo di formatore per docenti con il progetto “InnovaMusica” e di commissario al concorso per Tecnologie Musicali per le secondarie di secondo grado nel 2016. Ha pubblicato un metodo per lo studio del flauto oltre che per musica. In duo con il chitarrista Giuseppe Del Plato, incide 3 CD: uno dedicato al repertorio di Niccolo Paganini nel 2010; nel 2013 portano a termine un inedito con 13 brani di compositori che dedicano i loro lavori al duo, “Riflessi di Luce” (Feltrinelli), questo lavoro contiene il plauso del M° Claude Bolling; il terzo e un lavoro discografico registrato dal vivo e dedicato ai 500 anni della riforma protestante.

ALBERTO CESARACCIO, oboista e compositore, si è perfezionato a lungo, dopo il diploma, con Pietro Borgonovo, in assoluto uno dei massimi esponenti della scuola di Heinz Holliger, e con Hans Elhorst.Ha fatto parte prima del Gruppo di Roma, dal 1980 al 1984, poi dell’Accademia Strumentale di Fiati. Nei primi anni ’90 ha dato vita all’Ensemble Ellipsis. Ha suonato per conto dei maggiori enti italiani (Accademia Chigiana di Siena, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Serate Musicali di Milano, Accademia Filarmonica Romana, Roma Europa Festival, Unione Musicale di Torino), ha svolto tournées in tutta Europa, Asia, Africa, America e Oceania e ha collaborato con solisti e complessi di alto livello (Maurizio Barboro, Luca Benucci, Evandro Dall’Oca, Natalino Ricciardo, Severino Gazzelloni, Pietro Borgonovo, Bruno Canino, Franco Caracciolo, Giuseppe Nova, Rino Vernizzi). Ha registrato in più occasioni per la RAI (radio e televisione), per le emittenti nazionali australiane SBS ed ABC ed inciso per la Frequenz, la Edipan e la Bongiovanni.

MAURIZIO BARBORO, già allievo di Lya De Barberiis presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma, dal 1980 collabora con direttori e istituzioni sinfoniche di tutta Europa, America e Asia: recital alla Gasteig di Monaco di Baviera e al “Liszt Festival” di Tübingen, collaborazioni solistiche con la Filarmonica “Enescu” di Bucarest, concerti nella storica Jordan Hall di Boston oltre alle inaugurazioni delle Stagioni Accademia “Stefano Tempia” di Torino e Bangkok Philharmonic. Dal 1996 è “artista residente” della Filarmonica Dumitrescu (Valcea, Romania). E’ dedicatario di alcune opere di compositori americani contemporanei: in particolare, ha curato la “prima assoluta” e numerose repliche del “Concerto in Mi” per pianoforte e archi di Donald Lawrence Appert. Si dedica intensamente alla musica cameristica come componente del Quartetto Pianistico Italiano (due pianoforti a 8 mani) e collaborando frequentemente con artisti dalla carriera internazionale quali il flautista Maxence Larrieu, i violinisti Aiman Musakhajayeva, Gernot Winischhofer, Vittorio Marchese, Fabrizio Pavone, i violoncellisti Umberto Clerici, David Starkweather, Vashti Hunter, Riccardo Agosti, il clarinettista Rocco Parisi, l’oboista Alberto Cesaraccio. Titolare della Cattedra di Pianoforte presso il Conservatorio “N. Paganini” di Genova e docente presso i corsi estivi di perfezionamento di Sale San Giovanni, tiene masterclass presso Accademie europee e Conservatori americani.